Crea sito

L’adozione dei Piani Anticorruzione nella Provincia di Firenze

#Pillolacivica6

Adozione

All’interno del “Rapporto sulla partecipazione politica e civica nei comuni della Provincia di Firenze”, Civico97 ha voluto innanzitutto presentare il dato relativo all’adozione degli aggiornamenti 2016/2018 dei Piani Triennali di Prevenzione della Corruzione.

Da quanto analizzato durante il lavoro di ricerca, dei 42 comuni facenti parte della Provincia di Firenze, 35 (83%) hanno adottato l’aggiornamento 2016/18 del P.T.P.C..

1

I comuni che, tutt’oggi, rimangono inadempienti sono 7:

  1. Comune di Pontassieve
  2. Comune di Tavarnelle Val di Pesa
  3. Comune di Vaglia
  4. Comune di Barberino Val d’Elsa
  5. Comune di Marradi
  6. Comune di San Godenzo
  7. Comune di Palazzuolo sul Senio.

Dei 35 enti che hanno adottato il P.T.P.C. 2016/18, 19 (54%) sono comuni piccoli, in quanto hanno una popolazione inferiore ai 15.000 abitanti, mentre 17 (46%) sono comuni medi e grandi.

2

La popolazione complessivamente amministrata dai 35 enti che hanno adottato l’aggiornamento 2016/18 del P.T.P.C. è di numero pari a 968.771. Questo rappresenta un dato molto positivo, poiché il numero di cittadini amministrati da comuni che non hanno approvato il P.T.P.C. 2016 costituisce solamente il 4% dell’intera popolazione della Provincia di Firenze.

Analizzando i dati appare chiaro come, nonostante sia passato quasi 1 anno dal termine previsto per l’adozione del P.T.P.C. 2016/18, ancora oggi 7 comuni della Provincia di Firenze (pari al 17% del totale degli enti monitorati) non hanno ancora adottato l’aggiornamento 2016/18 del P.T.P.C..

Il dato evidenzia, inoltre, come dopo quattro anni dall’entrata in vigore della legge Anticorruzione una parte, seppur minoritaria, degli enti pubblici non ha ancora recepito e fatto proprio l’obbligo di adozione del Piano. Tale tendenza non è comune ad altri adempimenti amministrativi.

Ciò evidenzia come, ancora oggi, gli obblighi in materia di anticorruzione non godano di un’attenzione adeguata e uguale a quella riconosciuta a altri impegni amministrativi.

Scarica il report